The Last of Us serie TV, gli autori rispondono ai fan delusi

Autore: Francesca Musolino ,
News
2' 18''
Fonte
Copertina di The Last of Us serie TV, gli autori rispondono ai fan delusi

Nonostante la serie TV The Last of Us sta ottenendo ottimi ascolti e l'apprezzamento da parte del pubblico si fa sentire, c'è anche una parte di fan non pienamente soddisfatta. A tale proposito gli autori Craig Mazin e Neil Druckmann non si sono detti sorpresi più di tanto al riguardo. Perché quella dei fan è una reazione prevedibile e già messa in conto. Visto che è dovuta soprattutto al fatto che la serie TV di The Last of Us presenta alcune differenze rispetto all'omonimo videogioco da cui è tratta

Craig Mazin e Neil Druckmann in una intervista con Variety hanno spiegato il loro punto di vista sulla questione dei fan scontenti. 

Advertisement

Druckmann ha dichiarato quanto segue:

Ho imparato ad aspettarmi delle reazioni a ogni mia azione. I fan di The Last of Us sono molto protettivi verso il gioco che amano, così come verso i personaggi che ne fanno parte. Quindi ogni piccolo cambiamento per loro è difficile da accettare. Ma bisognerebbe guardare le cose da una prospettiva diversa e più aperta. E capire che a volte alcune modifiche, non fanno altro che migliorano le cose.

La polemica dei fan è principalmente riferita alla modalità di trasmissione del contagio, che riguarda l'epidemia presente in The Last of Us. Nel videogioco tutto ha origine da un fungo che infetta le persone anche attraverso le spore. Nella serie TV di The Last of Us si è invece scelto di omettere il contagio via area essenzialmente per questioni pratiche.

Sempre nell'intervista con Variety anche Craig Mazin ha detto la sua al riguardo:

Advertisement

Non biasimo le persone se sono sconvolte dai cambiamenti. A tutti piacerebbe lavorare su un progetto del genere dove i fan sono coinvolti al massimo. Perché dietro alle discussioni c'è interesse e passione per l'argomento in questione. So che è molto difficile riuscire ad accontentare sempre tutti. Quindi a volte bisogna solo provare per vedere come va e accettare ogni tipo di risultato.

Quello fatto da Craig Mazin e Neil Druckmann non è quindi un vero e proprio salto nel buio. In quanto entrambi sono consapevoli che nonostante la buona volontà, anche la critica fa sempre parte del pacchetto. Tuttavia almeno per il momento sembra che non c'è da preoccuparsi più di tanto per il successo della serie TV. Visto che gli ascolti di The Last of Us parlano chiaro e anche le vendite dello stesso videogioco.

[widgetbay id="11"]

La serie TV The Last of Us è disponibile dal 16 gennaio 2023 in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW TV. Seguite i nostri consigli per sapere come vedere la serie TV The Last of Us in streaming.

Immagine di copertina di questo articolo tratta dalla serie TV The Last of Us.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

The Last of Us, l'episodio 3 della serie TV doveva durare 2 ore

Leggi per scoprire tutti i dettagli sulla reale durata del terzo episodio della serie televisiva The Last of Us dal titolo Long Long Time.
Autore: Francesca Musolino ,
The Last of Us, l'episodio 3 della serie TV doveva durare 2 ore

Il terzo episodio della serie TV The Last of Us dal titolo Long Long Time, a quanto pare (anche se per poco) è stato "long" di nome e di fatto. In fase di montaggio l'episodio 3 di The Last of Us è stato progettato per durare circa due ore. Ma la durata in seguito è stata invece ridotta per una questione di tempistiche. In particolare per ciò che riguarda la messa in onda della serie TV The Last of US sull'emittente statunitense HBO.

A rivelare questo dettaglio è stato Craig Mazin, uno dei co-produttori della serie TV di The Last of Us, in una intervista con Deadline.

Sto cercando altri articoli per te...